Accesso

Novità e iniziative

 

  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
TestoDettaglio
  
Smartphone: come influenza il nostro modo di vivere, le nostre abitudini e la società06/12/2018 10:0006/12/2018 10:00No
Novità

Una ragazza cammina per strada e batte la testa contro un palo, due pendolari alla metro di Milano trascorrono un’ora l’uno accanto all’altro ogni giorno feriale della settimana degli ultimi 5 anni senza degnarsi di uno sguardo e tanto meno di una parola, un business man fa il check-in in aeroporto senza stampare il biglietto, un ragazzino scopre il titolo della sua canzone preferita che passa alla radio in pochi secondi, un runner paga il pane senza contanti.

Cos’hanno in comune queste persone? C’è chi la chiama dipendenza da smartphone, chi semplice adeguamento alla tecnologia in evoluzione, chi ancora necessità… quello che è inopinabile è il cambiamento che questa tecnologia ha portato nello stile di vita e nelle abitudini di tutti gli Italiani.

I telefonini sono diventati ormai parte integrante della quotidianità, basti pensare che da recenti studi sul tema il 67% degli italiani guarda lo schermo del proprio telefonino nei primi cinque minuti della giornata mentre per il 59% è l’ultima cosa che controllano prima di dormire. In media un italiano passa 45 ore al mese con lo sguardo fisso sullo schermo di uno smartphone. I più ossessionati non riescono neanche a trascorrere una nottata intera senza controllare le notifiche o leggere messaggi su WhatsApp.

Stiamo cambiando anche fisicamente. L’abitudine a controllare lo smartphone durante tutte le attività quotidiane, mentre camminiamo, mentre mangiamo, mentre guidiamo, ha cambiato il nostro modo di camminare, passi più “alti” e lenti per sopperire alla mancanza visiva degli ostacoli esterni! È cambiato il modo di posizionare la testa, con scompensi a livello vertebrale, ed è cambiata la qualità del sonno: dati scientifici dimostrano che guardare schermi prima di dormire causa agitazione ed il costante bisogno di controllare lo smartphone impedisce un sonno profondo.

Per non parlare della dipendenza psicologica e sociale. Ci sentiamo nudi senza telefonino, nessuno riesce più ad uscire di casa senza questo strumento che dona conforto e sicurezza in qualsiasi situazione. Ci sentiamo soli anche se circondati da amici, sempre con il bisogno di controllare, condividere, esprimere qualcosa tramite il mondo digitale. Nell’epoca BS (before smartphone) si era obbligati ad interagire con il prossimo in coda alla posta o in viaggio su un treno, ora è diventato obsoleto e sempre meno frequente. Spesso lo smartphone rovina il piacere di godersi il mondo in “diretta”, un concerto o un paesaggio, perché si preferisce fotografarlo e postarlo anziché viverlo.

Per non demonizzare questa tecnologia bisogna in ogni caso evidenziare che sono innumerevoli i servizi e le possibilità che offre a portata di mano: sistemi di pagamento come Apple Pay, Samsung Pay o Satispay, scansione ed archivio delle carte fedeltà dei supermercati, possibilità di contenere milioni di brani musicali in un unico dispositivo, una fotocamera semiprofessionale per immortalare ogni momento degno di nota (più o meno) della propria vita o un navigatore GPS per andare verso qualsiasi meta senza perdere mai la bussola o prendere un autista affidabile che faccia la fatica per noi.

È anche possibile prenotare un albergo, effettuare un bonifico o richiedere un prestito in pochi minuti direttamente senza doversi recare in agenzia o presso la propria banca. Crediper.it, attraverso il proprio smartphone, in 4 semplici passaggi consente di ottenere fino a 30.000 € rimborsabili in 84 mesi.

Nel bene e nel male quindi ormai siamo un popolo di smartphone centrici, ma come tutte le cose è opportuno non abusarne e ogni tanto mettere il proprio device in disparte per apprezzare tutte le sfumature di un tramonto o scambiare quattro chiacchiere con il vicino in tram e scoprire che ha la nostra stessa passione per la fotografia.




  
​Il 25 maggio 2018 entra in vigore il nuovo Regolamento UE 679/2016 relativo alla Privacy.24/05/2018 00:0031/12/2099 00:00./Lists/Iniziative/Attachments/3/GDPR_HomeCrediper.jpg
3
scopri di piùNovitàBCC CreditoConsumo
Gentile Utente, La informiamo che il 25 maggio 2018 entra in vigore il Regolamento UE 679/2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la Direttiva 95/46 CE e successive modifiche ed integrazioni. BCC CreditoConsumo pone, da sempre, particolare attenzione al rispetto degli obblighi di riservatezza nei confronti della propria clientela ed adotta nelle proprie attività ogni misura necessaria alla protezione dei dati relativi ai servizi offerti. In considerazione delle significative novità apportate dalla nuova disciplina, La invitiamo a leggere con attenzione l’informativa aggiornata sull’uso dei Suoi dati personali, disponibile all’interno dei nostri siti internet www.bcccreditoconsumo.it e www.crediper.it, nelle sezioni “Trasparenza” e “Privacy”.



  
guarda lo spot televisivo #SIPUÒFARE07/02/2018 19:0007/02/2030 19:00guarda lo spot televisivo #SIPUO'FARE/Lists/Iniziative/Attachments/1/video-a.jpg
1
LO SPOThttps://www.youtube.com/watch?v=6uPC2emdUF8IniziativeBCC CreditoConsumo
  
07/02/2018 00:0009/03/2030 00:00./Lists/Iniziative/Attachments/2/video-b.jpg
2
scopri di piùhttps://www.youtube.com/watch?v=9fHjy1CSFCsNovità